bicentenario 2021
Copia di Senza titolo (69)

alessandria

La battaglia di Marengo (a circa 5 km da Alessandria), vinta di stretta misura contro la seconda coalizione da Napoleone durante la seconda campagna d'Italia il 14 giugno 1800, opponeva i francesi agli austriaci. Dopo questa vittoria e la sua ascesa al trono imperiale di Francia (2 dicembre 1804), Napoleone Bonaparte decise di ingrandire e restaurare la fortezza e di circondare la città con nuove difese e otto nuove fortificazioni.

AlessandriaOggi

Italia

93 839

POSIZIONE

abitanti

Luoghi napoleonici

Copia di Copia di Senza titolo (86)

La costruzione e lo stato di conservazione di questi edifici sono oggi unici. La loro efficienza, provata durante l'occupazione francese, fece della cittadella di Alessandria, che Napoleone voleva essere la "porta orientale" della Francia, una delle fortezze più spettacolari dell'impero.

Ma è anche possibile visitare ad Alessandria la residenza costruita da Giovanni Dellavo e inaugurata nel giugno 1847, che oggi ospita un museo napoleonico dedicato alla battaglia di Marengo, sei medaglioni nell'atrio che rappresentano i generali Gouvion-Saint-Cyr, Lannes, Marmont, Masséna, Soult e Victor, oltre a una statua del Primo Console, opera di Benito Cacciatori.

Sito web della città di Alessandria : www.comune.alessandria.it

visitare la città

it_IT
Torna su