Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language

Albenga

Eglise St. MicheleAlbenga è una città della provincia di Savona in Liguria, di 24.249 abitanti circa, in area urbana di 50.000 residenti.

Chiamata in greco Albion Ingaunon ed in latino Albingaunum, ossia Capitale degli Ingauni, popolazione dei Liguri Marittimi. Alleata dei Cartaginesi contro Roma durante la Seconda guerra punica (dal 219 a.C. al 202 a.C.) diventa amica di Magone, fratello di Annibale Barca, nel 205 a.C. Conquistata da Roma nel 181 a.C. da parte del proconsole Lucio Emilio Paolo, ottene il diritto latino nell'89 a.C., e la cittadinanza romana nel 45 a.C. al tempo di Gaio Giulio Cesare. Un suo cittadino, Titus Ilius Proculus, nell'anno 280 accetta la porpora imperiale offertagli dalla popolazione di Lugdunum (Lione) contro l'imperatore Probo. Rimane in carica per poco tempo. Verso l'anno 451 nasce la diocesi cristiana, una delle più antiche della Liguria. Dopo l'anno Mille è tra i primi liberi Comuni marinari liguri a partecipare alla prima Crociata. Si deve sottomettere alla Repubblica di Genova, nel 1251, sottoscrivendo una onerosa convenzione. Coinvolta nelle lotte tra Guelfi e Ghibellini, è sotto la signoria dei Del Carretto del Marchesato di Finale, dei Visconti (1355-1379), dei Francesi (1396-1413) e nuovamente di Genova. Viene occupata dai Savoia nel 1625 e nel 1746. Nel 1794 le armate repubblicane rivoluzionarie francesi mirano alla conquista di Genova, occupano Albenga e la trasformano in una loro base operativa.

Un po' di storia napoleonica.
Il 2 marzo 1796 il comando francese dell'Armata d'Italia (65.000 soldati sulla carta di cui solo 31.000 pronti a combattere) è nelle mani del giovane generale, di appena 26 anni, Napoleone Bonaparte. Questi, il 9 marzo a Parigi, sposa Josephine Beauharnais. Ed il giorno 11 parte per Nizza dove giunge il 26 marzo (6 germinale anno IV) la vigilia di Pasqua. La sua prima disposizione è quella di far trasferire il suo Quartier Generale da Nizza ad Albenga entro il 6 aprile.

All'alba del martedì 12 aprile il Quartier Generale si sposta da Albenga direttamente alla Casa Bianca di Altare da dove Napoleone dirige la battaglia di Montenotte: la sua prima e decisiva vittoria.

L'occupazione della Repubblica di Genova viene completata dai Francesi nel giugno del 1797 e, con una nuova Costituzione, è proclamata la Repubblica Ligure. Albenga diventa capoluogo di un vasto distretto, la Giurisdizione del Centa, ed è sede di un Commissario governativo. (Il Centa è il nome del fiume di Albenga).

Nel 1805 la Repubblica Ligure cessa di esistere e tutta la regione viene annessa all'Impero Francese. Albenga è ora capoluogo di Cantone nel Dipartimento di Montenotte ed è retta da un Maire.

Ora la lingua negli atti ufficiali è quella francese.

Dal 1815 al 1859 Albenga è capoluogo dell'omonima provincia sotto il Regno di Sardegna. Sotto il Regno d'Italia, fino al 1926, è sede dell'omonimo circondario nella provincia di Genova.
Infine dal 1927 appartiene alla provincia di Savona.