Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language
  • Croatie 03.06.2020
    Destination Napoleon en Croatie
    We are pleased to inform you that following our first webinar for our Croatian cities and partners, our initiative has received a remarkable response in the media, local and national.
  • Croatia 22.05.2020-26.05.2020
    PROGRAM: Destination Napoleon Webinar Croatia: How to develop the European Cultural Route in Croatia?
    This webinar aims at providing participants with the main elements to understand the functioning of the European Federation of Napoleonic Cities, the Cultural Route Destination Napoleon, the institutional European framework, and the activities implemented by the Destination Napoleon member cities at both local and national level.
  • Croatia 22.05.2020
    Destination Napoleon Webinar Croatia: How to develop the European Cultural Route in Croatia?
    This webinar aims at providing participants with the main elements to understand the functioning of the European Federation of Napoleonic Cities, the Cultural Route Destination Napoleon, the institutional European framework, and the activities implemented by the Destination Napoleon member cities at both local and national level.
  • Ajaccio 11.05.2020
    DESTINATION NAPOLEON LAUNCHES WEBINAR CAMPAIGN
    Dans l'optique de l'efficacité et de la pertinence des conférences numériques, nous avons décidé de lancer la « Campagne Webinaire Destination Napoleon». With a view to the efficiency and relevance of digital conferences, we decided to launch the «Destination Napoleon Webinar Campaign».
  • Autun 08.04.2020
    Assemblée Générale 2020 reportée
    Dans le contexte de la crise qui touche chacun de nos pays et l'ensemble de la planète, il ne nous semble pas réaliste que notre Assemblée Générale puisse se tenir le 21 juin prochain. Aussi, en accord avec la ville d’Autun, nous sommes contraints de vous proposer de la déplacer au week-end du 24/25 octobre.

La storia napoleonica ha lasciato un'impronta nelle nostre città di Francia e d'Europa.


Questo patrimonio merita d'essere meglio conosciuto, meglio valorizzato, meglio condiviso e meglio visitato. A partire da questa constatazione abbiamo voluto creare una Federazione delle Città Europee di storia napoleonica.

Nell'azione di questo grande uomo [Napoleone] si trovano i valori della Rivoluzione [francese], del Secolo delle Luci [delle aperture sociali], gli ideali di Libertà, di Uguaglianza e di Fraternità che ci uniscono. Valorizzare i siti storici, incoraggiare la ricerca storica, promuovere i nostri musei e la cultura viva, aprirci ai cittadini dei nostri paesi e d'Europa, significa percorrere i sentieri complicati, contraddittori e talvolta antagonisti attraverso i quali tali ideali si sono imposti in Europa.

Le decine di città d'Europa riunite in questa associazione desiderano dare un contributo alla promozione della propria immagine, facendo rivivere una pagina importante della loro storia e scoprendo come tale passato è a loro comune. Perché il periodo napoleonico ha permesso all'Europa di prendere coscienza di se stessa - sia attraverso l'adesione come attraverso l'opposizione all'azione del piccolo corso [Napoleone] - e di adottare delle istituzioni pubbliche ispirate alla filosofia delle Luci [delle aperture sociali].

I nostri paesi, la nostra Europa, hanno bisogno di aumentare la presa di coscienza delle loro radici per poter aumentare la fiducia nelle loro capacità, per affrontare le grandi sfide del loro tempo. Anche la nostra volontà di capire meglio e di valorizzare meglio il nostro patrimonio culturale è intimamente legato alla nostra volontà di progredire in campo sociale ed economico. La questione dell'identità è il cuore di tutte le crisi della nostra epoca. I cambiamenti di comportamento necessari per affrontare i problemi delle soluzioni ecologiche, dello sviluppo delle scienze e tecniche, del sottosviluppo trovano un sostegno nella Pace ed anche nella riconciliazione con il proprio passato.

Infatti, come dice il proverbio, non c'è futuro per coloro che non sanno accettare la propria storia. Ecco perché abbiamo iniziato a riunirci attorno a questa pagina di storia importante, che precedentemente ci aveva divisi.

Charle Napoléon
Presidente della Federazione.