Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language

Bailen

Un po' di storia

Le origini di Bailén come di altre località della comunità autonoma dell'Andalusia, nel sud della Spagna, si perdono nella notte dei tempi. I monumenti megalitici (vedi quelli della non lontana Antequera) risalgono al Neolitico iberico.

Il nome più antico di Bailén è Baritto, vocabolo di origine turdetano (iberico) che risale al periodo della colonizzazione fenicia. Poi è conosciuto dai Greci con il nome Baikol e Besur. Nel 237 a.C. il generale cartaginese Amílcare Barca inizia la conquista del sud della Penisola Iberica. Nel 208 a.C. (durante la Seconda Guerra Punica combattuta tra romani e cartaginesi) Publio Cornelio Scipione, (detto poi "L'Africano"), vince Asdrúbale Barca, (fratello di Annibale), nella battaglia di Baécula (Bailén). Allora la porta verso la valle del fiume Guadalquivir rimane aperta ai Romani, e Scipione ivi installa i suoi veterani Italici iniziando così la profonda e durevole romanizzazione della Provincia Romana della Betica. Ora Bailén porta il nome di Baécula-Caecilia o Baécula-betica; e la strada romana da Baécula a Cástulo (Bailén-Linares) è già famosa per i giacimenti di piombo, argento, oro e rame.

Risale all'anno 691 d.C., al tempo del re visigoto Egica, l'iscrizione visigota (riguardante due cori della chiesa fatti costruire dall'abate Locuber) che ora si trova nelle mura del castello di Bailén. Del 1155 (durante l'occupazione araba) è un documento di Alfonso VII che concede i castelli di Baños de la Encina, Segral e Bailén al suo vassallo arabo Abdelaziz di Baeza. La cacciata degli arabi Almohadi dall'Andalusia avviene nell'anno 1212 con la Battaglia dei Bassopiani di Tolosa.

Un po' di storia napoleonica


A Bailén il 23 luglio 1808 si svolse una battaglia (foto sopra), dove il generale francese Dupont, accerchiato e sconfitto dalle truppe spagnole del generale Castaños, firmò la resa dei suoi 18.000 soldati e rientrò in patria (ove fu processato e condannato al carcere per questo fatto).
La Battaglia di Bailén di 1808 simbolizza il principio della Guerra dell'Indipendenza e l'inizio della Spagna Contemporanea.

Bailén è un comune spagnolo di 17.593 abitanti situato nella comunità autonoma dell'Andalusia.

Il sindaco è:
BARTOLOME SERRANA CÁRDENAS, ALCALDE

l.serrano@terra.es

L'indirizzo del comune è:
Ayuntamiento de Bailén Plaza Constitutiòn°1
23710 Bailén (Spagna).