Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language

Boissano

Bonzanus nel periodo carolingio apparteneva all'abbazia benedettina di San Pietro sul monte Varatela.

Nel 1171 passava sotto la diocesi d'Albenga come feudo vescovile per due secoli, fino a quando, nel 1385, fu ceduto dal Papato alla Repubblica di Genova.

Dal punto di vista amministrativo, Boissano faceva parte della comunità di Toirano (Savona).
I Boissanesi nell'anno 1600 chiesero al governo genovese uno statuto comunale, che fu concesso il 5 dicembre di quell'anno.

Fu richiesta anche la separazione del catasto da quello toiranese, che il governo della repubblica di Genova approvò il 30 gennaio 1602.

Ebbe allora inizio il periodo moderno della storia boissanese, che si snodò fra momenti in cui la vita semplice di una popolazione dedita quasi esclusivamente all'agricoltura si svolgeva tranquilla, parsimoniosa e serena, ed altri in cui conflitti, purtroppo frequenti, fra i piccoli stati italiani e le guerre internazionali causavano danni economici gravi per il passaggio delle truppe.

Boissano nel periodo napoleonico.
Un evento particolarmente traumatico fu l'invasione francese in Liguria nel 1793 con diversi passaggi d'eserciti, che portò alla nota battaglia di Loano nel novembre 1795.

Infatti il 22 novembre 1795 il generale Schérer, comandante dell'Armata francese in Italia, vinse gli Austriaci nella battaglia di Loano; questa venne combattuta anche nel territorio di Boissano.
La successiva occupazione napoleonica causò per Boissano un lungo periodo di crisi economica, che portò all'emigrazione di non pochi abitanti.

Subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, con decreto del Capo provvisorio dello Stato italiano dell'11 novembre 1946, il Comune di Boissano fu ricostituito. Migliorarono in fretta le condizioni economiche locali; furono favoriti nuovi insediamenti abitativi ed asfaltate le strade comunali; fu dato l'avvio ad impianti sportivi e realizzato il nuovo palazzo comunale. Ciò portò alla rinascita del paese ed alla crescita della popolazione fino agli attuali quasi 2000 abitanti, aprendo alla comunità boissanese nuove prospettive ed un futuro più ridente e sereno.

Sindaco: Rita Olivari, tel. (0039) 0182 989243
protocollo.boissano@virgilio.it
rita.olivari@yahoo.it