Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language

Pontivy

Pontivy: Penuche
Pontivy: Penuche

PONTIVY, una voglia di Bretagna imperiale

 

Pontivy: Mairie
Pontivy: Mairie

Situata alla stessa distanza dalle coste del nord a quelle del sud della Bretagna, tra Rennes e Brest, la regione di Pontivy porta l'impronta della famiglia de Rohan sin dal Medio Evo.
Alla svolta di strade e sentieri troverete un ricco patrimonio di castelli, cappelle, villaggi, fontane e calvari, e squisiti bocconcini dolci o salati.
Pontivy: Cyclistes
Pontivy: Cyclistes

Qui Napoleone 1° costruisce il suo centro amministrativo e militare: Napoléonville.
Decide anche la costruzione del canale per collegare Nantes con Brest, scrigno di verde sul bordo dell'acqua che percorre la regione. Sentiero sul bordo sopraelevato che conduce al lago più grande della Bretagna (Guerlédan) dove le spiagge e paesaggi ricordano la Scandinavia o il Canada e faranno del vostro soggiorno un momento indimenticabile.
Pontivy: Tribunal
Pontivy: Tribunal
Nel 1802 Napoleone scopre un luogo eccezzionale nel cuore della Bretagna, e decide di costruire qui una nuova città facendone il centro di un «grande commercio durante un periodo di pace», ed un centro militare in tempo di guerra. Così Pontivy diventa «Napoléonville» nel 1804.

La scelta di Napoleone di fare di Pontivy un centro strategico pianifica i lavori a vasto raggio come quelli del canale del Blavet in direzione di Lorient, la costruzione del Tribunale Civile de 1a istanza, e di una prigione (demolita nel 1960), e della sede della Sotto-Prefettura nel 1839 e del Municipio nel 1834.

 

Pontivy: Eglise
Pontivy: Eglise
Per l'arrivo della prima guarnigione nel 1811 una caserma viene edificata ed un ospedale viene ingrandito per ospitare 300 letti. Sono pure costruiti due villini: uno per il Comandante della Piazza e l'altro per il Generale Comandante del Dipartimento.

Nel 1804 «i cuori riconoscenti dei cittadini» di Pontivy domandano all'Imperatore che la nuova città e gli antichi quartieri si chiamino «Napoléonville» in modo definitivo ed ufficiale.

Pontivy: Ecluse
Pontivy: Ecluse


Il 14 aprile 1814 tornano i Borboni e la città riprende il nome antico di Pontivy. Il 1° maggio 1814 la Municipalità sollicita per Pontivy l'onore di chiamarsi «Bourbonville (la città dei Borboni)» dopo l'avvento al trono di Luigi XVIII.°. Quest'ultima richiesta rimarrà infruttuosa.
Il 1° marzo 1815 Napoleone fugge dall'isola d'Elba e sbarca a Golfe Juan. A partire dal 9 marzo noi ritroviamo il nome di Napoléonville sul registro delle deliberazioni del Consiglio Municipale.


Il 18 giugno 1815 avviene la sconfitta di Waterloo e Napoleolne abdica per la seconda volta il 22 giugno, ed le 22 luglio 1815 Napoléonville torna a chiamarsi Pontivy. Il 15 agosto 1852 il presidente della Repubblica Napoleone Bonaparte dà alla città l'autorizzazione di riprendere il nome de Napoléonville. Il 2 dicembre 1852 il Principe Presidente Louis Bonaparte è proclamato Imperatore con il nome di Napoleone III°. Nel 1858 questi visita la Bretagne accompagnato dall'Imperatrice Eugenia e dal Principe Imperiale di soli 2 anni.

Pontivy: Lac
Pontivy: Lac
La futura chiesa non era ancora costruita quando viene tracciato il piano per ordine dell'Imperatore Napoleone 1°, ed il parroco decide di posare la prima pietra. Allora l'Imperatore di tasca sua versa 400.000 franchi-oro per la costruzione di questa nuova chiesa, che resterà però incompiuta.
Siti da visitare
A Pontivy :
  • Il castello dei Duchi de Rohan construito verso l'anno 1480 da Giovanni II°, viceconte de Rohan, constituisce un esempio notevole di architettura militare della fine del Medio Evo.
  • I bordi e le chiuse del canale che da Nantes porta a Brest - All'origine è una strada militare poi commerciale: questo canale, lungo 360 km e con 238 chiuse, è oggi un riferimento per il turismo fluviale.
  • Il quartiere napoleonico con le sue strade ad angolo retto come la via Nazionale, la via Giovanna d'Arco, la via Marengo...
  • Il quartiere medievale con la piazza di Martray, la via del Filo e la via del Ponte...

Nei dintorni :

  • L'abbazia cistercense dei monaci di Timadeuc, risalente al 19° secolo. Questi vivono, pregano e lavorano insieme nell'abbazia ed il frutto del loro lavoro viene venduto nella loro bottega sotto forma di paste alla frutta, formaggi, gelatine...
  • Il lago di Guerlédan e l'ansa del Sordan (unica spiaggia sulla riva sud del lago). La diga di Guerlédan viene construita tra il 1923 ed il 1928 per produrre elettricità; essa è alta 45 m., è lunga 208 m, e contiene 52 milioni di m 3 d'acqua.
  • I sentieri belli e numerosi adatti per gite a piedi, a cavallo o in bicicletta.
  • Il vecchio mercato coperto delle granaglie di Rohan (risalente alla fine del 17° secolo) è stato ristrutturato dopo ben 12 anni di progettazioni, tanto è stato il tempo necessario per la lenta presa di coscienza collettiva per tale edificio dall'eccezionale valore patrimoniale.
  • Il sito megalitico di Cléguérec: il corridoio coperto [di lastroni di pietre] di Bot er Mohet (grande dolmen) era lungo più di 27 metri all'origine, ed oggi misura solo 15 metri.
  • Le scalette delle chiuse lungo il canale.
  • La cappella di Notre Dame de Quelven (risalente all'anno 1400) è classififata come Monumento Storico e si trova nel comune di Guern. Essa porta la firma della famiglia de Rohan con una architettura esterna impressionante e di stile gotico flamboyant (fiammeggiante) .

Indirizzi dei comuni:

Ufficio del turismo delle Comunità di Pontivy
61 rue du Général de Gaulle, 56300 PONTIVY , Tél : +33-(0)2 97 25 04 10,
Fax : +33-(0)2 97 79 14 94
tourisme@pontivycommunaute.com & www.pontivy-communaute.fr

Il Municipio: Mairie de Pontivy, 8 rue François Mitterrand, 56300 PONTIVY , Tél : +33-(0)2 97 25 00 33,
Fax : +33-(0)2 97 27 87 09,
www.pontivy.fr

Indirizzi dei siti da visitare:

Visite guidate :

  • Château des Ducs de Rohan
  • Quartier médiéval
  • Quartier napoléonien

Canal de Nantes à Brest : Comité des canaux bretons, rue de Lourmel, 56300 PONTIVY
Tél : +33-(0)2 97 25 38 24

Abbaye de Timadeuc, Bréhan, 56580 ROHAN, Tél : +33-(0)2 97 51 50 29,
Fax : +33-(0=2 97 51 59 20
Timadeuc.abbaye@wanadoo.fr

Il libretto che contiene i sentieri delle gite a piedi è in vendita presso l'Ufficio del Turismo della Comunità di Pontivy:

Office de Tourisme de Pontivy Communauté
61 rue du Général de Gaulle, 56300 PONTIVY , Tél : +33-(0)2 97 25 04 10 ,
Fax : +33-(0)2 97 79 14 94
tourisme@pontivycommunaute.com & www.pontivy-communaute.fr