Fédération Européenne des Cités Napoléonienne

Gehe zu Navigation | Content | Language

Rambouillet

Un po' di storia.
In un documento dell'anno 768 si legge il nome di Rumbelitum. Un altro del 1153 cita Ranbolitum e menziona la presenza di un castello con un borgo annesso. Già nel 1052-1053 è attestata una chiesa, nel giugno 1230 si parla di terreni dissodati nel massiccio della foresta d'Yveline.

Un po' di storia napoleonica

Dopo la Rivoluzione francese e la presa di potere di Napoleone Bonaparte questi riserva il castello di Rambouillet a sua utilizzazione personale. Chiede a Famin di ricostruire il Palazzo del Governo.

Alla nascita dell'Aquilotto nel 1811 il nuova palazzo prende il nome di padiglione del Re di Roma (il nome di Palazzo del Re di Roma è più tardivo).

La parte centrale, sfortunatamente distrutta verso l'anno 1834, iniziava con un portico dorico che recava fregi a tema guerriero e medaglioni che portavano i nomi di Austerlitz, Marengo, e Jena.

Dopo la caduta dell'Impero napoleonico e la presa di Parigi, Maria Luisa e suo figlio Napoleone II risiedono a Rambouillet.

Qui, il 4 aprile 1814, Napoleone I redigeva l'atto di abdicazione

Il Sindaco è Gérard Larcher
Presidente del Senato francese.

Mairie de Rambouillet

Place de la Libération
78120 Rambouillet (FRANCIA).
Tél. 01 34 57 34 57
http://www.rambouillet.fr/2008