bicentenario 2021
Copia di Senza titolo (51)

Cairo

La rivolta del Cairo del 21 ottobre 1798 fu un episodio della campagna d'Egitto guidata dal generale Napoleone Bonaparte. La città, presa da Bonaparte, fu la sede del governo repubblicano durante la campagna d'Egitto e la scena della rivolta popolare degli abitanti della città, che fu duramente e ferocemente repressa. Gli insorti furono letteralmente schiacciati e sconfitti dopo aver perso 5-6.000 uomini.

CairoOggi

Egitto

9,12 milioni

POSIZIONE

abitanti

Luoghi napoleonici

Copia di Copia di Senza titolo (60)

La campagna egiziana, il cui obiettivo militare era quello di bloccare la rotta verso l'India per la Gran Bretagna, una potenza rivale, era tuttavia accoppiata con una spedizione scientifica su larga scala, con lo scopo di scoprire le ricchezze dell'Egitto e dei paesi dell'Est. Quest'ultimo, per il bene dei posteri, ha riportato la famosa Stele di Rosetta,

la sua decifrazione da parte di Champollion e lo sviluppo dell'egittomania tra il pubblico. E nonostante l'assassinio di Kléber, al quale Napoleone aveva lasciato il comando in Egitto, quest'ultimo emerse con un prestigio che gli aprì la strada verso il potere, e del quale seppe approfittare diventando Primo Console durante il colpo di stato del 18 Brumaio (novembre 1799).

Sito web della città del Cairo:

visitare la città

it_IT
Torna su