bicentenario 2021

Uscita nazionale del libro "La 10e Légion de Napoléon 1er" - Coudekerque-Branche, Francia

dedica.jonckhere 1360x550 1

Maggio/giugno 2021 - Coudekerque-Branche, Francia.

Uscita nazionale del libro "La 10e Légion de Napoléon 1er, Le corps d'armée du Maréchal DAVOUT 1803-1813. Da Coudekerque-Branche, da Téteghem, da Ostenda a Mosca. Autori Régis JONKHEERE, André LESAGE

Riassunto della quarta pagina: il 2021 è il bicentenario della morte di Napoleone I, imperatore dei francesi; uno dei grandi strateghi della storia dopo Alessandro il Grande, Annibale e Giulio Cesare.

Intorno al suo sarcofago nella cripta degli Invalides sono iscritte le sue grandi vittorie: AUSTERLILZ 1805, JENA 1806, D'EYLAU 1807, WAGRAM 1809 e BORODINO 1812 ma senza il corpo d'armata di DAVOUT l'epopea non sarebbe stata così brillante!

La storia inizia nell'estate del 1803. Il primo console Bonaparte decise di creare delle guarnigioni lungo le coste francesi e belghe. La sua strategia era di attraversare la Manica dai porti di Boulogne, Ambleteuse e Etaples per invadere l'Inghilterra. Le coste delle Hauts de France ospitano quasi 100.000 uomini. Bonaparte affida il campo di Bruges a un giovane generale di 33 anni che ha già una prestigiosa carriera militare, Nicolas DAVOUT.

Nell'estate del 1803, una berlina a quattro cavalli si diresse verso la costa fiamminga, con a bordo il generale in capo del campo di Bruges. La sua missione era di allestire tre campi militari da Gravelines alla frontiera olandese.

L'impresa ha assunto proporzioni gigantesche. DAVOUT forma tre campi militari, due a Ostenda e uno a Coudekerque-Branche e Téteghem, che ospiteranno 30.000 uomini. Per 22 mesi, queste truppe furono addestrate al combattimento e alla disciplina con l'obiettivo di mettere piede sulle isole britanniche! Ma la storia avrebbe deciso diversamente!

Di fronte alla minaccia proveniente dall'est, l'imperatore lascia con le sue truppe la costa d'Opale per la Baviera per affrontare l'esercito austro-russo. Il 2 dicembre 1805, Napoleone ottenne una clamorosa vittoria ad Austerlitz, gli artefici di questo successo: i soldati di DAVOUT. La mattina del 14 ottobre 1806, Napoleone inizia una battaglia a Jena con truppe superiori in numero mentre DAVOUT e il suo 3° corpo iniziano una battaglia a Auerstaedt affrontando un esercito più forte in numero di soldati del suo ma il successo è ancora lì! In un giorno, l'esercito prussiano viene distrutto.

Il 26 ottobre 1806, davanti all'imperatore, il maresciallo DAVOUT disse che "il 3° corpo sarebbe stato sempre degno della fiducia del suo sovrano e che sarebbe stato per lui, in ogni circostanza, quello che la 10ª legione era stata per Cesare". Questa citazione suona giusta perché fino al 1813, le divisioni di DAVOUT sono gli artefici della vittoria di Eylau, Ratisbonne, Eckmühl, Wagram, Smolensk e Borodino.

Quest'anno 2021 sarà anche segnato dal ritorno delle ceneri del generale Charles Etienne GUDIN, luogotenente del maresciallo DAVOUT dal 1803 al 1812, con una cerimonia all'Hôtel des Invalides nell'ambito del bicentenario della morte di Napoleone I.

it_IT
Torna su