bicentenario 2021
1a immagine della pagina

mosca

Dopo la battaglia di Moskova (o Borodino), combattuta il 7 settembre 1812, l'esercito russo si ritirò, abbandonando la capitale del governo di Mosca. La presa di Mosca da parte dell'esercito di Napoleone I il 14 settembre 1812 fu ottenuta senza combattere, ma la città fu devastata da un grande incendio. La sua occupazione durò fino al 23 ottobre 1812, Napoleone aspettava una capitolazione russa che non arrivò.

MoscaOggi

Russia

12 milioni

POSIZIONE

abitanti

Luoghi napoleonici

2a immagine della pagina

Dopo aver preso la capitale russa, Napoleone concesse ai russi un armistizio nella convinzione che lo zar Alessandro I gli avrebbe offerto la capitolazione. Tuttavia, l'esercito russo lanciò degli incendi a Mosca, che devastarono la città, che era essenzialmente costruita in legno. Questo fu un colpo fatale per i francesi, che furono privati di riparo e di cibo.

Napoleone disse nel Memoriale di Sant'Elena: "Ho sconfitto gli eserciti, ma non ho potuto sconfiggere le fiamme". Occupando una città in rovina, senza aver ricevuto la capitolazione russa, Napoleone inizia così la sua lunga ritirata il 18 ottobre. Nella sua marcia retrograda, la Grande Armée era costantemente perseguitata dal nemico.

Sito web della città di Mosca: www.mos.ru

visitare la città

it_IT
Torna su